BIN IL LAMPO E L’APE DI BIBLIOTECA

Tecla e Bin sono amici per la pelle e vivono in un giardino segreto pieno di bellissimi Fiordilibri. Ma un giorno scoppia un incendio e servirà l’aiuto di tutti per salvarlo.


Donatella Trotta, è nata a Roma e si è formata tra Italia, Giamaica, Svizzera e Giappone. Vive e lavora a Napoli, dopo la laurea in Lettere all’università Federico II. Giornalista professionista, firma storica delle pagine culturali del «Mattino», già docente di ruolo, è autrice, traduttrice e curatrice di libri tra saggistica e narrativa, divulgazione e poesia per varie case editrici, per adulti e ragazzi. Ha fondato e presiede l’Associazione culturale Kolibrì, che da vent’anni promuove a Napoli la civiltà dell’infanzia con progetti interculturali di educazione ai libri, alle letture e all’arte come esperienza. Per il suo impegno nel sociale, nella letteratura giovanile e nella promozione culturale ha ricevuto molti riconoscimenti, tra i quali l’Andersen, il Premio internazionale di giornalismo civile dell’Istituto italiano per gli Studi filosofici, l’Eip-Italia (École Instrument de Paix) dell’Unesco e l’ABIO Napoli. Il suo libro La via della penna e dell’ago. Matilde Serao tra giornalismo e letteratura (Liguori 2008) ha avuto la targa d’argento del Presidente della Repubblica.

Valentina Minzoni, nata a Faenza (Ra) nel 1984, lavora come attrice, drammaturga e formatrice teatrale. Fra i vari allestimenti ha preso parte a “Dieci storie proprio così”, opera dibattito sulla legalità in tournée nei principali teatri italiani. Si occupa di formazione nelle scuole con il progetto “Il palcoscenico della legalità”. Recentemente ha messo in scena “Appena prima. Note a margine della memoria”, monologo da lei scritto e interpretato.

Giulia Amati, nata a Napoli nel 1988. Avvocato di professione, con la passione per l’arte e per il mare. Collabora con alcune testate locali come vignettista freelance.

Musiche di Stefano Baldan, Realizzazione tecnica Gianni Arcuri, Noemi Caputo, Francesco Testa