PREMIO SIANI

Il Premio Giancarlo Siani, istituito nel 2004,  è un riconoscimento al giovane giornalista napoletano ucciso dalla camorra il 23 settembre del 1985. Attualmente, il Premio è promosso dalla Fondazione Giancarlo Siani, dalla Fondazione Pol.i.s., dall’Ordine dei giornalisti della Campania, dal Sindacato Unitario giornalisti campani, dall’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa e dal quotidiano «Il Mattino». E si avvale, annualmente, della collaborazione della Regione Campania, del Comune di Napoli, di Libera, del Coordinamento campano dei familiari delle vittime innocenti di criminalità e dell’Associazione Centro di Documentazione e Ricerca.

Il Premio, attraverso le Giornate con Giancarlo Siani, ha lo scopo di ricordare il suo impegno giornalistico nella lotta alla camorra e alla corruzione, e il suo impegno civile contro tutte le ingiustizie sociali e a difesa della libertà di informazione. Il Premio è riservato agli autori di testi che analizzino il fenomeno mafioso e le iniziative di contrasto; di studi, ricerche o tesi di laurea che abbiano come oggetto il giornalismo, l’editoria e il sistema della  comunicazione di massa, sotto l’aspetto storico, sociologico e delle nuove tecnologie multimediali. Un importante riconoscimento viene assegnato altresì agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado che abbiano prodotto elaborati sulla figura di Giancarlo Siani, anche con riferimento all’attualità del suo esempio e del suo metodo d’inchiesta, specialmente dopo aver letto e studiato, con i loro insegnanti, i suoi articoli pubblicati nei volumi Le Parole di una vita e  Fatti di camorra, pubblicati da IOD edizioni, e il film Fortàpsc di Marco Risi e i tanti materiali (libri, video, fumetti) dedicati alla vita di Giancarlo Siani. Grazie alla costante collaborazione con l’Ufficio Scolastico regionale e l’Assessorato all’Istruzione della Regione Campania e l’Assessorato alla scuola del Comune di Napoli.

Già dal 1985, le attività culturali con le scuole e il riconoscimento per le iniziative in memoria di Giancarlo sono state garantite dal Centro di documentazione contro la camorra, istituito con legge 39/85 del 6.5.1985 della Regione Campania. Una borsa di studio, invece, viene assegnata dall’Università Suor Orsola Benincasa per favorire e premiare l’accesso alla professione giornalistica al migliore allievo/a della Scuola di Giornalismo promossa dalla stessa Università.


  • 1997 Fortunato Calvino per il testo teatrale I Cravattari.
  • 2004 Francesca Rispoli e Angela Mazzocchi.
  • 2005 Agli studenti dell’ITI Galileo Ferraris di Napoli per il lavoro di ricerca e documentazione Costruiamo la legalità – Antonella Migliaccio e Iolanda Napolitano con la tesi di laurea Camorra e ordine pubblico a Napoli tra il 1892 e il 1899.
  • 2006 Simona Petricciuolo con la tesi di laurea in Storia del giornalismo e della comunicazione sociale dal titolo La radio: on air dall’etere alla rete e Roberto Saviano con il romanzo Gomorra, Mondadori.
  • 2007 Filippo Conticello, Paolo Chiariello, Ciro Pellegrino per una pubblicazione sul telelavoro in ambito giornalistico. Menzioni speciali per Vincenzo De Falco e Beatrice Luzzi.
  • 2008 Lilly Vaccaro Theo; Rosario Esposito La Rossa, autore di Al di là della neve, storie di Scampia. Menzioni speciali per Raffaella R. Ferrè autrice del romanzo Santa Precaria; Aniello Trocchia, Fiorella Di Napoli, Pablo Trincia, e per gli autori Andrea Amato e Alberto Giuliani.
  • 2010 Goffredo De Pascale autore di Africa bomber, Add Editore.
  • 2011 Carla Melazzini autrice di Insegnare al principe di Danimarca Sellerio; Marco de Biase autore di Come si diventa camorristi Mesogea.
  • 2012 Maria Falcone e Francesca Barra autrici di Giovanni Falcone, un eroe solo, Rizzoli; Bruno de Stefano autore di Giancarlo Siani, passione e morte di un giornalista, Giulio Perrone Editore.
  • 2013 Antonio Loffredo autore di Noi del Rione Sanità, Feltrinelli Editore.
  • 2014 Menzione speciale a Gildo De Stefano per il romanzo Caro Giancarlo – Epistolario per un amico ammazzato, Innuendo Editore, Terracina 2014.
  • 2015 Premio postumo Giancarlo Siani autore di Fatti di Camorra. Dagli scritti giornalistici Edizioni Iod, 2015.
  • 2016 Alessia Candito, Pietro Comito, Pasqualino Rettura, Paolo Borrometi, Marilù Mastrogiovanni, Arnaldo Capezzuto.
  • 2017 Agli studenti del Liceo Statale Virgilio Marone di Avellino.
  • 2018 Lorenzo Marone, autore di Un ragazzo normale, Feltrinelli, 2018 e a Giovanni Tizian autore del libro Rinnega tuo padre, Laterza, 2018.
  • 2019 Maria Franco, “Esercizi di stile per un congedo” (Guida)
  • 2019 Angela Mallardo Giancarlo Siani, “Il bambino che vivrà per sempre” (BUK BUK edizioni)
  • 2019 Raffaele Sardo la trilogia sulle storie di vittime: “Al di là della notte” (Rullio Pironti), “Come nuvole nere” (Melampo), “La sedia vuota” (Iod edizioni)
  • 2019 Federica Angeli, “A mano disarmata” (Baldini Castoldi)
  • 2019 Dario Cirrincione, “Figli dei boss” (San Paolo)
  • 2019 Nello Trocchia, “Casamonica” (Utet)
  • 2019 Paolo Borrometi “Un morto ogni tanto” (Solferino)
  • 2020 Viola Ardone, “Il treno dei bambini” (Giulio Einaudi editore)
  • 2020 Maria Franco, Dietro l’angolo, c’è ancora strada per un lessico nisidiano (Guida)
  • 2020 Luigi Ciotti, “L’amore non basta” (Giunti editore)
  • 2020 Simona Melorio e Vincenzo Sbrizzi, per la ricerca “Torre Annunziata, tra camorra e deindustrializzazione” del Centro ReS Incorrupta dell’Università Suor Orsola Benincasa

  • 2005 Irene Alison
  • 2007 Iolanda Palumbo
  • 2008 Claudia Ceci
  • 2010 Anna Lucia Esposito
  • 2011 Jessica Mariana Masucci ed Enrico Parolisi
  • 2012 Giorgia Ceccacci e Christian Gargiulo
  • 2013 Cristina Autore e Pasquale Rescigno
  • 2015 Claudio Pellecchia ed Anna Dichiarante
  • 2016 Allievi della scuola di Giornalismo dell’Università Suor Orsola Benincasa diretta da Marco de Marco
  • 2017 Antonio Lamorte
  • 2019 Valentina Ersilia Matriscia e Federico Quagliuolo (vincitori della Scuola di giornalismo del Suor Orsola Benincasa)

  • 2009 Ex aequo Raffaele Lupoli, Francesco Matteuzzi, Don Peppe Diana. Per amore del mio popolo, Round Robin, 2009 – Marco Rizzo, Lelio Bonaccorso, Peppino Impastato, BeccoGiallo, 2009.
  • 2010 Luigi Politano, Luca Ferrara, Pippo Fava. Lo spirito di un giornale, Round Robin, 2010.
  • 2011 Alessandro Di Virgilio, Emilio Lecce, Giancarlo Siani. …e lui che mi sorride, Round Robin, 2011.
  • 2012 Giacomo Bendotti, Paolo Borsellino. L’agenda rossa, BeccoGiallo, 2012 (fumetto).
  • 2013 Antonio Crispino, Le nostre prigioni, Edizioni del Corriere della Sera, 2013 (video).
  • 2014 Ex aequo Alessandro Chiappetta, Non tacerò. La storia di Don Peppe Diana (video) – Riccardo Guido, Salvo e le mafie (fumetto).
  • 2019 Associazione Opportunity onlus. Una grande comunità contro la camorra