SALA DELLA MEHARI DI GIANCARLO SIANI
SALA DELLA MEMORIA

La Mehari di Giancarlo Siani, da alcuni anni, è custodita in una sala del Palazzo delle Arti di Napoli, in Via Dei Mille, 60.
Abbiamo sempre immaginato che sulla Mehari di Giancarlo salissero tutte le vittime innocenti della criminalità, tutti i giornalisti uccisi e quelli minacciati. La Mehari, pur nella sua fragilità, è diventata simbolo di libertà e di lotta contro tutte le mafie, la corruzione e le illegalità. Si è fatta paladino di tutti i giornalisti aggrediti e offesi dai potenti e dai criminali.
Roma, Bruxelles ed Emilia Romagna sono le tappe de In viaggio con la Mehari, organizzato dalla Fondazione Polis, con il coordinamento dei familiari delle vittime innocenti della criminalità della Campania, da Libera e da Ossigeno per l’informazione. Ora, abbiamo pensato che questa sala del PAN debba diventare un luogo di memoria condiviso, che unisca tutti i familiari delle vittime innocenti della criminalità, accomunati dallo stesso dolore e da tanta speranza. Nella sala è esposta la mostra NONINVANO, che raccoglie 180 foto di volti e 500 nomi delle vittime innocenti della criminalità in Campania.
Inne, un pannello, donato dall’Associazione “Ossigeno per l’informazione” Onlus, mostra i volti e i nomi dei 28 giornalisti italiani uccisi a causa del loro lavoro. Le loro storie dicono quanto è importante difendere attivamente la libertà di stampa e il diritto di essere informati. Sala della mehari di Giancarlo Siani – Sala della memoria. Per non dimenticare